LE NOSTRE STORIE | 29 Dicembre 2019

Alla scoperta degli Instabili…Sabrina

La Rosi del nostro musical è lei, mamma Sabrina, che con la sua carica esplosiva ha conquistato tutti!

La prima cosa che ho pensato è stato “subito!”… ecco come ho reagito appena mi hanno chiesto di partecipare allo spettacolo teatrale che si stava preparando a favore del Comitato. Inizialmente, però, volevo dare una mano dietro le quinte e ho aspettato la prima data di incontro per capire che aiuto potevo dare.  La sera della prima riunione ho scoperto invece che mi era già stata data una parte e, con molta sorpresa, era anche abbastanza di rilievo. Al contrario di quello che pensavo, ho scoperto di voler accettare immediatamente e, dal momento che con me c’era mia figlia Martina che ha appoggiato l’iniziativa, non ho avuto alcun dubbio.

Del gruppo conoscevo poche persone, ma abbiamo legato subito insieme. In tutto questo mi ha preso anche una forte emozione: al solo pensiero di dovermi esibire davanti a un pubblico mi saliva l’agitazione ma sentivo che lo stavamo facendo per un progetto molto importante.

I momenti belli di quest’anno sono tanti, in particolare quelli in cui ci si spronava ad andare avanti, supportandosi a vicenda dicendo ‘ce la possiamo fare!!’ e vedere il divertimento che mia figlia Martina, che ha recitato accanto a me, dimostrava.

Ho avuto delle difficoltà quando gli incontri sono arrivati ad essere più di una volta a settimana e l’impegno si è fatto via via sempre più grande, a volte pensavo “chi me l’ha fatto fare?!”, ma ho tenuto duro e mi sono sentita veramente ripagata dopo lo spettacolo.

Il motivo principale è il Comitato, il pensiero di poter contribuire a dare qualcosa di più ai bambini in cura mi ha motivato nell’andare avanti e arrivare fino in fondo.

Qui ho avuto la possibilità di conoscere persone nuove che ora sono per me una famiglia, una grande famiglia. Dal momento in cui è stato formato questo gruppo c’è stata complicità tra tutti e, grazie a questo, noi genitori, i medici, le infermiere, le ragazze guarite e il Comitato siamo arrivati a un risultato frutto di una splendida alleanza. Mi piacerebbe continuare questo percorso anche con qualche novità per poter dare altro aiuto ai nostri bambini.

Al signor Verga mi rivolgo con tanta stima, ringraziandolo per tutto quello che ha fatto finora e che farà in futuro. Ci ha dato la possibilità di mettere in scena questo spettacolo senza alcun dubbio, nonostante non sapesse quale sarebbe stato il risultato.

Questo spettacolo ha uno scopo ben preciso, perderselo vorrebbe dire perdersi emozioni, allegria e divertimento. Quindi invito chiunque a venirci a vedere!!