I NOSTRI MEDICI | 7 maggio 2015

Nuove terapie contro la leucemia

cars

Lo scorso 20 aprile si è tenuto l’annuale incontro con i genitori e il Comitato Maria Letizia Verga. In tale circostanza il professor Biondi, il professor Biagi e le dottoresse Magnani e Tettamanti hanno presentato i progressi più recenti relativi alla terapia cellulare e genica tramite l’uso dei recettori chimerici artificiali. Illustrando gli enormi successi ottenuti nell’ambito della leucemia linfoblastica acuta sia dell’adulto che del bambino ciò ha suscitato grande interesse ed entusiasmo nell’audience presente.

Ovviamente esistono ancora dei limiti per tale terapia dovuti ai suoi ancora alti costi e alla sua fattibilità per ora limitata. Tuttavia, quando sarà – si spera presto – operativa a Monza, tale strategia terapeutica andrebbe ad integrarsi con gli attuali approcci di chemioterapia e trapianto di midollo aiutandoci a salvare quei bambini che purtroppo ancora oggi non rispondono alle terapie tradizionali.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione scientifica, che insegna alle cellule del sistema immunitario a riconoscere ed uccidere in maniera selettiva soltanto le cellule malate risparmiando le cellule sane. Inutile dire che si tratta davvero di un passo epocale della medicina oncologica.