COSì CI AIUTANO | 16 luglio 2014

Riflessi, la forza della leggerezza

riflessi 7

Lo scorso 5 aprile abbiamo raccolto con entusiasmo l’invito del Lions Club Tellino, organizzatore della serata, e abbiamo voluto dare il nostro piccolo contributo al grande progetto “Dai! Costruiamolo insieme” portando in scena il nostro ultimo spettacolo al cinema teatro Vittoria di Ponte in Valtellina.

Noi siamo il Teatro degli Orbitanti, compagnia nata nel 2007 a Milano e cresciuta negli anni fino ad essere oggi formata da dodici persone accomunate dal desiderio di fare quel teatro semplice, ma impegnato, vissuto con grande passione, da condividere con gli spettatori. Questo nostro ultimo lavoro, “Riflessi, la forza della leggerezza”, regia di Livia Rosato, è nato dall’intenzione di ricordare un nostro compagno di viaggio sul treno della vita che, il primo giorno di primavera dello scorso anno, si è trovato improvvisamente a “scendere … o forse salire…”

Una sfida per tutti noi: trasformare il dolore in un atto creativo. Siamo partiti dalle sue fotografie scattate nei canali di Venezia e abbiamo creato uno spettacolo nel quale storie vere e storie dell’immaginazione si intersecano dando vita a svariati incontri tra differenti persone/personaggi attraverso dialoghi e scene esilaranti, immagini della vita quotidiana. Una serata per sorridere e divertirsi della debolezza di noi umani e nel contempo un contributo per alleggerire ogni spettatore della “fatica” del vivere.

La risposta del pubblico è stata positiva, ognuno ha trovato una “parte di se” rappresentata sul palcoscenico. A fine serata molti commenti e complimenti. Essere riusciti a far divertire ed emozionare ci ha resi veramente felici.

Non si possono dimenticare gli ospiti che con la loro presenza ed i loro interventi hanno aggiunto valore all’evento e che qui abbiamo occasione di ringraziare. La Signora Lupieri che ha presentato il Centro Maria Letizia Verga attualmente in costruzione, progetto a cui è stato destinato il ricavato della serata, e il Dottor Rizzari che ha illustrato i grandi progressi ottenuti dalla medicina in questi anni rispetto alla cura delle malattie ematologiche pediatriche riportando dei dati riguardanti il centro di Monza molto rassicuranti: il sogno di curare e guarire ogni giorno un bambino in più è oggi realtà!

Un grazie va anche a tutte le persone che hanno reso possibile la buona riuscita della serata e che sarebbe impossibile elencare, a quel gruppo di amici che “orbitano costantemente attorno agli orbitanti”, e io personalmente aggiungo un grazie al mio fratellino.

Resta un bellissimo ricordo della serata e la voglia di ripetere!

Paola