La ricerca si vede

Al Centro Maria Letizia Verga la ricerca si vede ogni giorno e soprattutto si fa INSIEME per guarire un bambino in più

"Al Centro Maria Letizia Verga la ricerca non si vede solo nei microscopi o nei laboratori. Vive nei corridoi, nelle stanze, nella sala giochi. Si vede nei sorrisi dei bambini, nei ricercatori che parlano con i medici che parlano con i genitori. Si vede nell'opportunità unica di definire singolarmente le cure per ogni bambino, grazie a una presenza contemporanea e condivisa di medici e ricercatori"

Perché sostenere la ricerca clinica a Monza

Anche quest’anno il Centro Maria Letizia Verga e il Centro di Ricerca Tettamanti, si fanno promotori di numerosi studi e progetti internazionali di primaria importanza per la RICERCA e la CURA della leucemia dei bambini e dei ragazzi.

 

Al Centro Maria Letizia Verga insieme:

  • Coordiniamo il protocollo clinico Leucemia Linfoblastica Acuta 2017. Per la prima volta in Italia vengono introdotti due nuovi farmaci per il trattamento iniziale di questa forma di leucemia, che si sono rivelati efficaci nelle forme di malattia resistente.
  • Guidiamo il primo studio che coinvolgerà tutti i Centri del Nord America e dell’Europa per il trattamento della Leucemia “Philadelphia”.
  • Organizziamo per l’Italia la sperimentazione di nuovi farmaci nell’ambito del Network Europeo ITCC=Innovative Treatment Cancer Children.
  • Gestiamo in tutti gli aspetti uno studio, tra i primi in Europa, sull’utilizzo dei “Chimeric Antigen Receptor” (CAR) nella fase di ricaduta della malattia. Un prodotto per terapia cellulare utilizzato con un metodo assolutamente innovativo, in grado di “armare” le cellule di difesa, messo a punto unicamente dal Centro Maria Letizia Verga di Monza.
 
Tutti i progetti che vedono il Centro di Monza come leader in Italia e nel mondo non sono sostenuti da aziende farmaceutiche e ricevono solo in parte finanziamenti da enti pubblici o dall’Europa. Genitori, amici, aziende, charities che credono in noi e comprendono il valore della ricerca, sono i nostri indispensabili sostenitori.