COSì CI AIUTANO | 28 ottobre 2015

In ricordo di Alberto

126A Bondone, piccolo paese di montagna, quest’estate fra i tanti bambini gioiosi mancava il mio carissimo Alberto che è volato in cielo dopo aver combattuto per 4 anni, da grande guerriero, contro la leucemia. In occasione della festa di San Lorenzo lo abbiamo voluto ricordare dedicandogli una gara di pesca. Tantissimi i bambini presenti che si sono iscritti e poi cimentati nella pesca nel torrente che ha dato numerose soddisfazioni. Concentrati nel lancio dell’amo, per poi scoppiare in grida di gioia per ogni pesce abboccato. Abili anche gli adulti che hanno dato il meglio con chili e chili di pesce.

Momento di grande commozione per me è stata la premiazione dei bambini con premi e coppe in ricordo di mio figlio Alberto. Il trofeo è andato a Simone, il più abile pescatore fra gli adulti. Un grazie va agli Alpini di San Giacomo che hanno organizzato in modo ineccepibile il pranzo. La partecipazione di numerosissime persone è stato un ottimo ringraziamento per chi ha lavorato tanto per la realizzazione dell’evento.

L’estrazione a premi a favore del Comitato Maria Letizia Verga Onlus ha dato buoni frutti. Commossi e grati per il risultato ottenuto noi, genitori di Alberto, visto la necessità di fondi per il Centro Maria Letizia Verga e per la ricerca abbiamo deciso di non smettere di aiutare gli altri bambini. Il 5-6 settembre presso il campo sportivo di Castello dell’Acqua abbiamo organizzato una festa di compleanno senza precedenti:”compleanno tra cielo e terra”.

Per questa manifestazione è stata creata una maglietta che rappresentasse un po’ Alberto. Viste le sue grandi passioni abbiamo deciso di iniziare la festa con una di queste: la bicicletta. Tutti in sella a quest’ultima abbiamo fatto il giro dei paesi (Castello dell’Acqua e San Giacomo). Il tempo nel pomeriggio di sabato non è stato dei migliori però sotto ai tendoni le attività si sono potute svolgere. Laboratori per i più piccoli e per gli adulti giochi con le carte. La cena è stata a base di prodotti tipici valtellinesi preparata dalla pro loco di Castello dell’Acqua. A seguire il discorso del signor Verga, poi un video per ricordare il sorriso e la felicità di Alberto a chi lo conosceva e farli scoprire alle altre persone. Per proseguire non poteva mancare la torta di compleanno (Alberto avrebbe compiuto 10 anni) con tanto di candeline e infine abbiamo ballato fino a notte fonda.

472La domenica mattina la festa è iniziata con la Santa messa e con le altre passioni di Alberto. Sono state posizionate Ferrari, macchine da rally, go-kart e trial. Sulle auto è stato possibile fare delle foto, mentre le moto si sono esibite. Un momento per me molto toccante è stato il lancio dei palloncini in cielo. Mentre questi prendevano il volo, i motori delle macchine e i trial rombavano costituendo una sorta di colonna sonora piena di energia e vigore. Al pranzo erano presenti molte persone soddisfatte del menù. Il pomeriggio è iniziato con le parole della vicepresidente signora Lupieri per poi proseguire con laboratori e gonfiabili per i piccoli, giochi di carte e calcio balilla, lotteria e premiazioni. Come menù per la cena si è voluto aggiungere la pizza fatta al momento e cotta in forno a legna. In serata ho voluto far rivedere il video di Alberto per le persone che non erano presenti la sera prima. Per terminare la festa non poteva mancare il ballo.

Non ci sono parole per esprimere la soddisfazione nel vedere un’affluenza così massiccia di persone che veramente hanno capito la necessità di aiutare per realizzare. Dalla Pro Loco di Castello, ai tanti tanti amici parenti che hanno dato una mano, ai tanti sponsor che hanno aiutato e così… sono un’infinità di grazie da dire. Sarà Alberto con tanti angioletti da lassù che ci ringrazierà, aiutandoci, stando sempre al nostro fianco. Mi sono dedicata anima e corpo a questa due giorni perché so che più si organizzano eventi mirati, più si aiuta la ricerca e più ci sarà la possibilità di giungere ad avere meno bambini che ancora non ce la fanno. Lasciamo dunque da parte il nostro egoismo e impariamo che insieme ce la possiamo fare. Inoltre cerchiamo di vivere ogni giorno intensamente e sempre con il sorriso perché non sappiamo cosa può succedere domani. Grazie di cuore a tutti; noi genitori di Alberto ci sentiamo circondati da tante persone che sempre ci affiancheranno e ci sosterranno.

Valentina Capetti mamma di Alberto Cavazzi