LE NOSTRE STORIE | 23 settembre 2015

Ponte di legno 2015: conquistare il proprio Everest in Valcamonica

foto di gruppo al rifugioEccomi di nuovo a Ponte di legno con 9 ragazzi in stop terapia per la conquista del “Proprio Everest in Valcamonica”. Ci sono due veterani, Giulia e Alessandro, che saranno di stimolo e guida per i nuovi: Asya, Christina. Greta, Jacopo, Leonardo M, Leonardo Morelli, Michael. Domani prima uscita!

la squadra alla partenza

la squadra alla partenza

quante cascate

quante cascate

Per la prima scalata al proprio Everest siamo accompagnati da Domenico, Guido, Sandro e Walter. Siamo andati con la teleferica al Tonale e a piedi per una discreta salita al Dosso di Casa Madre. La discesa è scandita da “Basta!”, “Non ne posso più”, “Quando arriviamo?”… e tante risate. Alle 16,30 finalmente in piscina: Bravi ragazzi!

Siamo arrivati alla scalata più impegnativa, la conquista della prima cima sopra i 3000 metri: la Cima Gaviola.

Notte in rifugio Valmaza. Abbiamo avuto due nuove guide. Dopo una serata di giochi e canti questa mattina abbiamo raggiunto il bivacco Linge poi il Lago Nero. Sulla via del ritorno una grossa nuvola nera ci ha scaricato un po’ di pioggia. Stanchi ma felici ci siamo precipitati in piscina.

A concludere la settimana una giornata culturale. Abbiamo ospite un poeta che aiuterà i nostri ragazzi a esprimere i propri sentimenti attraverso la poesia.

 

non sembra ma stanno lavorando. e che risultati

Al termine della mattina con il poeta i ragazzi hanno letto il loro lavoro. Grandi è la parola che li rappresenta. Emozionante il risultato. Questa sera verranno lette durante un incontro pubblico sulla poesia. Vanno incoraggiati a proseguire.

Le nostre guide. Sandro Walter Domenico , il poeta e il grande capo Andrea

Le nostre guide. Sandro Walter Domenico , il poeta e il grande capo Andrea

Terry, sig.ra Masera e il Prof

Terry, sig.ra Masera e il Prof

Siamo infine giunti alla serata finale della settimana. Tutti insieme a cena con le guide e i sostenitori del progetto: prof. Masera, sig. Bulferetti dell’hotel Mirella, Terry Bormetti e il Poeta. Consegna dei diploma. Dopo cena nella sala Comunale alla presenza del pubblico sono state lette le poesie dei ragazzi. Grandi applausi e occhi lucidi di commozione, e non erano solo i miei.

con i calciatori del palermo

Salutiamo Ponte di legno. Grazie per l’accoglienza e per averci permesso questa esperienza. Grazie anche ai giocatori del Palermo che hanno fatto la foto e regalato una maglia. Grazie ragazzi siete forti avanti cosi.

A seguire il commento del poeta, Milton Fernàndez:

Giorni fa sono stato invitato a partecipare a un’esperienza che ha avuto la valenza di un viaggio, di quelli veri, dai quali non si torna mai, quantomeno nello stesso modo in cui si era partiti.

Un’associazione di Monza, il Comitato Maria Letizia Verga – Onlus, per lo studio e la cura della leucemia del bambino, organizza ogni anno “una vacanza avventurosa in Val Camonica, per ragazzi dai 9 ai 16 anni, reduci della terapia”. Questi ragazzi, accompagnati da guide alpine affrontano salite e crepacci, dormono nelle baite, giocano, cantano… e quest’anno hanno scritto delle poesie.

Abbiamo lavorato insieme, buttati per terra, scherzando, ridendo.

Così sono nati dei testi che continuano a emozionarmi (hanno emozionato tutti quanti). Che parlano di cose semplici, banali, quotidiane… Come la vita, ad esempio. Mai così presente in quei giorni. Mai così vera.

Testi che parlano di sofferenza e di riscatto, di coraggio, di carattere, del mettersi alla prova, scalando ciascuno il proprio Everest, giorno dopo giorno, senza mai sentirsi sconfitti.

… una persona la riconosci solo
quando piange
e se la conosci bene è perché
ti è stata accanto nei momenti tristi,
così quando arriveranno quelli belli
sapremo come viverli…

(M. 12 anni)